Introduzione

Eboli è un Comune in provincia di Salerno con circa 40.000 abitanti. La città è sorta sulle pendici del Montedoro, un contrafforte del gruppo montuoso Monte Raione-Monte Ripalta. Il territorio è per il 90% pianeggiante, composto dalla pianura alluvionale del fiume Sele che ne delimita i confini a sud. La restante parte, collinare e montuosa, ricade nel Parco Regionale dei Monti Picentini. Oltre al Montedoro comprende la zona collinare dei Monti di Eboli suddivisa fra il comune di Olevano sul Tusciano e quello di Battipaglia. Il territorio è diviso in frazioni quali: Eboli capoluogo, Cioffi, Corno d’Oro e Santa Cecilia. La denominazione degli abitanti è: ebolitani.  …continua…

In epoca romana Eboli veniva a trovarsi sull’asse di penetrazione verso la Lucania e che i Romani adottarono come preferenziale nella creazione della successiva strada consolare Popilia detta anche Regio-Capuam. Che Eboli fosse poi diventata Municipium romano è provato da un’iscrizione su piedistallo (Stele Eburina) risalente al periodo imperiale, precisamente al 183 d.C. quando era imperatore Commodo e duumviri Caio Stlaccio Valente e Gneo Brinnio Steiano, scoperta nel 1903 e incastrata nel campanile della chiesa di S. Maria ad Intra. Vi si legge che la Corporazione dei dendrofori e dei fabri di Ebur(um) eresse una statua a Tito Flavio Silvano, dell’aristocrazia senatoria.La ragione di così scarsi reperti di epoca romana è dovuta alla distruzione della città, al passaggio dei Visigoti di Alarico nel 410 d.C. e dalle devastazioni che recarono le incursioni saracene del IX e X sec. d.C. oltre che all’incuria dell’uomo.Le alterne vicende storiche portano al periodo dal 1807 al 1811 quando la città vede realizzarsi, come in tutto il Regno, la soppressione delle feudalità e degli ordini religiosi possidenti. Primo fra tutti, è il caso del convento di S. Francesco, che, dopo l’occupazione militare subita nel 1799, viene soppresso con il decreto reale di Gioacchino Murat del 7 agosto 1809. Nel 1819 il comune fissa la Casa Comunale nel soppresso convento di S. Francesco. In seguito si colmò il cosiddetto Lago, nei pressi della Spineta, e si iniziò la bonifica delle paludi litoranee, eterni focolai di malaria. Nell’Ottocento, secondo la divisione del Regno borbonico in Province, Distretti, Circondari e Comuni, Eboli apparteneva al Distretto di Campagna. Passata da 4752 abitanti nel 1796 a 4800 nel 1802, Eboli ben presto tende a stabilirsi verso valle; nel 1860 il Comune diventa di I Classe, avendo raggiunto gli abitanti le 8861 unità.

Riferimenti e contatti

Isola ecologica
via Quattro Giornate, Zona Industriale

Contatti per la raccolta differenziata
numero verde: 800.983.850
mail: cantiere_eboli@sarimambiente.it

Nuovo calendario utenze domestiche attivo dal 1° luglio 2020
Nuovo calendario utenze non domestiche attivo dal 1° luglio 2020
Nuovo calendario Zona Rurale B attivo dal 1° luglio 2020
Nuovo calendario Zona Rurale C attivo dal 1° luglio 2020

Ambiti
La città di Eboli, per semplificare il sistema di raccolta relativo ad alcune
tipologie di rifiuti, è stata divisa in tre aree, chiamate Ambiti, e due zone rurali.
Per conoscere il proprio ambito o la propria zona di appartenenza
basta cliccare qui.

Nella pagina che si apre, a destra troverete sei pulsanti; cliccate sul pulsante
centrale, l’immagine del puntatore posizionata sotto la casetta, e verrà
indicato l’ambito di riferimento.

Attenzione
Il sistema funziona con la geolocalizzazione automatica del browser,
quindi è necessario essere a casa o nella propria attività commerciale per
avere una rilevazione corretta.

Ricerca strade

Inserisci il nome della tua strada per conoscere l'ambito di appartenenza.

Percentuali di raccolta

55.30

% - 2019

54.96

% - 2018

57.32

% - 2017

49.6

% - 2016

47.98

% - 2015

46.59

% - 2014

47.5

% - 2013

Tipologia di servizi offerti

  • Raccolta differenziata porta a porta
  • Gestione del Centro di Raccolta
  • Spazzamento stradale manuale e meccanico
  • Pulizia delle caditoie stradali
  • Pulizia degli arenili
  • Consulenza ambientale

Inizio attività: 01/11/2007

Statistiche comune

Area 137,57 kmq
Densità abitativa 290,6 (ab/kmq)
Abitanti 39.984
Famiglie 17.583
Utenza straniera 13,6%
Età media 41,8 anni

Modulo richiesta ritiro ingombranti